Masce.Com il ritorno – Questione d’onore

A pochi giorni dai miei 35 anni, a pochi mesi dai 15 anni di Masce.Com, il ritorno: ecco il primo articolo di Masce Communication, il nuovo brand del sito che riprende l’opera di comunicazione non violenta ciclicamente tornata in auge dopo pause riflessive e stop forzati. Ma con una novità…

E’ nella natura del tutto come di ogni cosa, la contrapposizione tra elementi opposti, complementari e contemporaneamente imprescindibili l’un l’altro, necessari a vicenda per l’esistenza di ciascuno di essi e per il mutamento, in un movimento ciclico che si ripete e che spinge ciascun elemento, e quindi anche il tutto, all’evoluzione. Come il caldo e il freddo, il giorno e la notte, la vita e la morte, ciascuno dei quali non esisterebbe senza l’altro, entrambi utili a vicenda per la reciproca esistenza e per il mutamento, poiché ciascuno di essi può trasformarsi nell’altro, così come l’evoluzione di ciascuno (e del tutto) avviene proprio grazie soprattutto alla spinta e dell’altro.

Torna Masce.Com

Masce Communication è il nuovo brand di Masce.Com ritornato in punta di piedi, senza voler disturbare né gridare messaggi altisonanti al mondo. Dopo un periodo di silenzio e riflessione, di riassetto di sé prima di poter tornare a donare agli altri. Una pausa che ha seguito uno dei periodi tra i più divertenti della storia del sito, di puro spettacolo d’intrattenimento tenuto in formato audio e video. Periodo nato dopo un altro ritorno, tanto invocato da amici e storici follower del sito, dopo una pausa forzata, la chiusura del sito come blog personale che fu un altro ritorno, dopo un’altra pausa, dopo la fine del movimento e delle azioni politiche e sociali che hanno fatto la lunga storia di questo sito… e di me stesso. Silenzi e ritorni, esteriorizzazioni e chiusure, azioni e pause.

Ma anche difficoltà e rinascite, voglia di far del bene e “signori” del male, azioni criminose e comunicazioni non violente. Perché se io sono qua ancora oggi, nonostante tutti quegli eventi che comunemente verrebbero etichettati come avversità e momenti difficili della vita, nonostante tutte quelle che verrebbero definite azioni criminose da parte di gente che mi vuol male o mi invidia, questo è anche e soprattutto grazie all’esistenza di queste stesse forze del male che mi consentono di esistere, di concentrare le mie energie e di tornare sempre più forte, sempre un gradino più avanti, per poter continuare quell’opera di comunicazione non violenta ma, prima ancora, di evoluzione, miglioramento, progresso che devo ai miei genitori che mi hanno messo al mondo, ai miei figli che continueranno la mia strada, alle persone che amo e che ripongono in me la loro fiducia e, talvolta, la loro vita.

E’ in queste contrapposizioni che il mutamento avviene e, badate bene, è sempre positivo. Ciclicamente tornano gli elementi contrari ma non fanno altro che rafforzare la preparazione al momento successivo. Nessuna paura della lotta, nessuna paura dell’esistenza di qualcosa o qualcuno opposto a sé. Perché essere se stessi, completare ed erigere al massimo splendore la propria esistenza, vuol dire anche accettare l’esistenza e il tentativo di dominare dell’anti-sé, di chi o cosa ha principi e valori opposti ai propri e combatte strenuamente per annientare l’antitetico.

Masce.Com riparte per l’ennesima volta in quasi 15 anni proprio per contrastare quel silenzio connivente tanto denunciato negli anni. Ai meschini sotterfugi dei nemici e all’ipocrita silenzio di chi si dichiara al tuo fianco salvo poi, quando serve, non esserci mai, viene contrapposto un messaggio chiaro e semplice di esistenza, di lotta e di speranza, un dono a disposizione di chi vuole coglierlo.

Io sono qui, dopo quasi 35 anni, come direbbe il poeta “nel mezzo del cammin di nostra vita”, e sono tornato, come prima e più di prima. Chi mi ama mi segua e chi bussa alla mia porta sarà il benvenuto, avrà tutta la mia attenzione e gli donerò tutto me stesso, come sempre ho fatto. L’ho fatto nel volontariato verso sconosciuti totali a cui ho dato amore e sostegno, in una ovvia e totale gratuità. L’ho fatto verso parenti e amici meno vicini, per il cortese e circostanziale mantenimento dei buoni rapporti, anche quando non ho riscontrato reciprocità alcuna. L’ho fatto verso quegli amici che ritengo “veri”, quelli che vivono l’adolescenza e la maturità con te o che sorgono all’improvviso e ti conquistano in più o meno lunghi periodi intensi, ed a cui ho dato il massimo di me per andare incontro alle loro priorità, sempre al loro fianco al momento del bisogno, sempre a sostegno e incitamento anche se non richiesto, svegliandomi nel cuore della notte se dovevo soccorrerli, credendo nei loro progetti e nei loro desideri di autorealizzazione, aiutandoli nelle piccole cose come passaggi in auto – telefonate di conforto – prestiti a fondo perduto – favori, e l’ho continuato a fare nonostante i tanti casi in cui, in cambio, ho ottenuto abbandono e ripudio al momento del bisogno mio. L’ho fatto verso persone di cui mi son fidato e che mi hanno tradito quando l’ago del tornaconto personale le ha spinte a fare scelte che escludessero la mia presenza. Masce.Com è tornato. E’ tornata l’esteriorizzazione, l’azione, la voglia di fare del bene, di comunicare. E non mi serve più il consenso. Quello che ho smesso di tollerare, però, è la mancanza di riconoscenza e di rispetto. Nella contrapposizione naturale delle cose, nell’accettazione di esistenze antitetiche a me, proseguirò senza più lasciare impunito nulla quando ad essere oltraggiati non siano tanto i miei pensieri, i miei valori o i miei averi, in una legittima battaglia tra opposti, quanto l’onore mio, del mio sangue e di chi amo.

3 pensieri su “Masce.Com il ritorno – Questione d’onore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.